“Mental Training”: un progetto di successo per gli atleti della Canottieri Arno

/, News, Società/“Mental Training”: un progetto di successo per gli atleti della Canottieri Arno

“Mental Training”: un progetto di successo per gli atleti della Canottieri Arno

“Mental Training”: un progetto di successo per gli atleti della Canottieri Arno

 
Pisa, 17.05.2011

Sta per concludersi “Mental” il progetto di training della mente avviato dalla Dottoressa Monica Palla con 30 atleti della Società Canottieri Arno. Iniziato a gennaio e fortemente voluto dall’allenatore di canottaggio Nicola Iannucci, il progetto punta a spingere gli atleti ad associare al normale allenamento fisico anche quello della mente. E chi meglio di una psicologa ed ex atleta della Canottieri Arno poteva trovare il modo per trasmettere le giuste tecniche ai ragazzi?

“Il mental training è l’applicazione pratica della psicologia dello sport – spiega Monica Palla, ex atleta della nazionale di canoa, psicologa e specializzanda in Psicologia dello Sport -. I risultati migliori si raggiungono abbinando all’allenamento fisico anche quello mentale. Per questo ho cercato di trasmettere ai ragazzi le tecniche di rilassamento e visualizzazione, fondamentali per la gestione dello stress e dell’ansia pre-gara. In più, il gol setting, ovvero la capacità di procedere per obiettivi precisi, aiuta a concentrarsi durante gli allenamenti”.

Sono 30 gli atleti, divisi in tre gruppi in base sia all’età che al genere, che fino a giugno seguiranno gli incontri da un’ora e mezza ciascuno con la dottoressa Palla finalizzati anche alla prevenzione del doping, oltre che al miglioramento delle prestazioni sportive. “I più ricettivi sono certamente i più piccoli che sono anche maggiormente motivati già nella loro disciplina – spiega la giovane psicologa -, mentre con i più grandi si incontra qualche ostacolo in più dato anche dagli impegni scolastici più pressanti. Con le ragazze, poi, è stato possibile affrontare anche i temi legati all’alimentazione e alle diete con l’obiettivo di stabilire una giusta visione del rapporto tra cibo, forma fisica e sport e prevenire i disturbi alimentari”.

Nonostante manchino ancora alcuni incontri alla fine del progetto “Mental”, decisamente innovativo per una società dilettantistica, si può già parlare di buoni risultati e di soddisfazione sia della dottoressa Palla che dei ragazzi.

“Man mano che siamo andati avanti con gli incontri – conclude la psicologa – i ragazzi hanno compreso che le tecniche apprese, come la gestione dello stress e dell’ansia pre-gara, erano applicabili anche in contesti diversi da quelli delle gare, come quello scolastico o altre situazioni della loro vita quotidiana. E’ una soddisfazione per entrambi: per me che vedo i frutti del lavoro svolto e per loro che ne traggono i vantaggi”. 

Asd Canottieri Arno – Ufficio Stampa

2016-10-13T09:54:16+00:00