Presentato il progetto che vede la collaborazione della Canottieri Arno e dell’Associazione Senologica Internazionale

/, Società/Presentato il progetto che vede la collaborazione della Canottieri Arno e dell’Associazione Senologica Internazionale

Presentato il progetto che vede la collaborazione della Canottieri Arno e dell’Associazione Senologica Internazionale

Partito il progetto “Sul Dragon Boat con le Pagaie Rosa” e l’Arno è già “campo d’addestramento” per il nuovo equipaggio

 
Pisa, 26.05.2012

“Il Dragon Boat è una disciplina che crea molta coesione”. Con queste parole pronunciate dal Presidente della Federazione Italiana Canoa Kayak – Sezione Toscana Gabriele Moretti si può sintetizzare lo spirito e il senso dell’iniziativa “Sul Dragon Boat con le Pagaie Rosa” presentata questa mattina sul pontile della Canottieri Arno.

Alla presenza del vicepresidente della Società Architetto Rino Pagni, dei consiglieri Sonia Catena e Aldo Moretti, della Presidente dell’Associazione Senologica Internazionale Edna Ghobert, della dottoressa Manuela Roncella responsabile dell’Unità Operativa Senologica dell’Ospedale di Pisa, del Presidente della Facoltà di Scienze Motorie Prof. Gino Santoro, della dottoressa Cristina Laddaga responsabile del Centro Fisiatrico di Riabilitazione e del dottor Luigi Branchitta presidente della Commissione Sport del Comune, l’equipaggio che ha scelto per sé il nome di “Pagaie Rosa” ha compiuto il suo primo giro sull’Arno a bordo del Dragon Boat messo a disposizione dalla Canottieri Arno.

“Siamo particolarmente orgogliosi di aver contribuitoalla realizzazione di questo progetto – ha dichiarato l’arch. Pagni -. Collaborare con le realtà del territorio e dare vita a progetti che portano lo sport anche in altri settori è una delle attività a cui la Società tiene di più”.

Emozionata, Edna Ghobert ha presentato le attività dell’Asi e, tra gli scopi, principalmente quello di promuovere iniziative che aiutino sia la cura che la prevenzione dei tumori femmili. Tra queste, si colloca perfettamente il Dragon Boat per il tipo di movimento che comporta, i muscoli che coinvolge e, non ultima, “la forza comune che nasce dalla collaborazione di ogni singolo membro dell’equipaggio” come ha sottolineato la dottoressa Roncella. “Impariamo proprio dai canottieri che il risultato migliore, come quello di scivilare agili sull’acqua, si ottiene con un buon lavoro di squadra – ha continuato Roncella -. E questo vale per le donne operate al seno sia dal punto di vista fisico che da quello psicologico. In più, la scienza, che non conosce ancora le cause dei rumori, ha però stabilito che certamente l’attività fisica aiuta a prevenirli”.

E a riprova di quanto illustrato dalla dottoressa Roncella, anche le signore iscritte ai corsi di Attività Fisica Adattata che si tengono presso la Canottieri Arno sotto la guida di Sara Attanasio, hanno già sperimentato i benefici del Dragon Boat con alcune uscite sull’Arno effettuate nei mesi scorsi.

“Sono lieto di essere presente a questo appuntamento e di avere conosciuto questa bellissima realtà di collaborazione – è stato il saluto di Luigi Branchitta -. Questa è una sfida e le donne sono bravissime nel cogliere le sfide, ma soprattutto nel vincerle, in ogni campo della vita”. Infine, il professor Santoro e la dottoressa Laddaga hanno focalizzato l’attenzione sui benefici che una costante attività fisica portano alla qualità della vita ancora prima che venga resa necessaria da una specifica patologia.

Dopo gli interventi, con una breve cerimonia la Canottieri Arno ha consegnato le proprie targhe e medaglie agli intervenut, mentre la dottoressa Roncella ha simbolicamente varato il Dragon Boat stappando una bottiglia di spumante.
E finalmente, le Pagaie Rosa sono salite sul Dragon Boat ed hanno preso il largo per il giro inaugurale sull’Arno. A sorpresa, però, i giri sono stati due a riprova che quella del “Dragone” è una disciplina che appassiona e affascina fin dalla prima pagaiata.
Il progetto è aperto a chiunque volesse partecipare. Per informazioni, si può contattare l’Asi all’indirizzo as.senologicainternazionale@gmail.com o la Canottieri Arno all’indirizzo info@canottieriarno.it
Maggiori informazioni sulle attività dell’Asi si possono trovare sul sito www.pisabreast.it/asi.

 

.:Approfondimenti:.

A proposito di Unità Operativa di Senologia: quattro chiacchiere con la dottoressa Roncella

Ecco perché il Dragon Boat fa bene in caso di tumore al seno

 

Ufficio Stampa – Società Canottieri Arno a.s.d

2016-10-13T09:54:00+00:00