Un inizio di autunno decisamente promettente per i giovani canottieri della Arno che dopo la pausa agostana sono tornati a fare incetta di medaglie. Sono ben due gli argenti tricolore conquistati da una coppia che il canottaggio femminile italiano ha già imparato a conoscere per l’indiscutibile talento, quella formata da Gaia Nencini e Silvia Terrazzi reduce, quest’ultima, da un’oro e un’argento europei e un bronzo mondiale. Le due atlete sono salite sul secondo gradino del podio ai Campionati Italiani Ragazzi e Under 23 di Piediluco nella specialità del due senza femminile, precedute solo dall’equipaggio formato dalle sorelle palermitane Serena e Giorgia Lo Bue che di questa specialità si sono laureate campionesse del mondo sia nel 2011 che nel 2012.

Una settimana dopo il team Terrazzi-Nencini bissa il risulato ai Campionati Italiani Juniores ed Assoluti di Milano, partecipando nella categoria Assoluti e rimandendo, anche in questo caso, dietro le sorelle Lo Bue.
“Una grandissima prestazione – è il commento del presidente della Arno, avvocato Simone Colla -, soprattutto se si consiedera che le nostre due ragazze erano in competizione con le campionesse del mondo”.

Sempre a Milano Gaia Nencini ha gareggiato anche nel doppio in coppia con Laura Chisari, conquistando un ottimo quarto posto.
Silvia Terrazzi, invece, ha portato a casa un oro vinto ai Campionati Regionali di San Miniato in team con Alessandra Ruggeri.

Ottime anche le prestazioni degli altri atleti. Sempre a San Miniato, infatti, Francesco Vanni ha conquistato l’oro nel singolo della Categoria Ragazzi, mentre ai Campionati di Milano, il 4 di coppia Junior composto da Francesco Vanni, Mirko Fabozzi, Matteo Rosellini e Dario Mazzoni ha centrato la finale.
Decisamente promettente anche la prestazione del giovanissimo Ferdinando Martirani che a San Miniato si è piazzato primo con il Singolo nella categoria Allievi B.