I giovani atleti del CAS di canottaggio Domenica mattina hanno preso parte ad un piccolo percorso della manifestazione podistica Pisa Marathon.
I ragazzi si sono ritrovati tra le ore 8.00/ 8.30 in piazza Manin , seguiti dal loro allenatore Yuri Dalla Valle, e hanno aperto ufficialmente la competizione accompagnando per i primi 6 chilometri sia l’atleta Australiano John Zeleznikov, categoria MM60 (tempo finale 7h10’42”), sia l’atleta Italiano Andrea Bossi, categoria MM50 (tempo finale 5h29’49”).
Dopo lo start, situato davanti al vecchio ingresso del Pronto Soccorso, il piccolo gruppo di giovani atleti ha percorso il Viale Bonanno Pisano fino alla torre della Cittadella; qui, i due corridori, scortati dai nostri ragazzi, hanno proseguito sui lungarni fino al ponte della Fortezza e, superato il ponte, sono tornanti indietro verso Pazza San Paolo a Ripa D’Arno. In seguito all’altezza del sesto chilometro sono stati raggiunti dalla testa della corsa che aveva preso il via alle ore 9.00, come da programma.
La gara è stata vinta dal Trentino Massimo Leonardi (Gs Valsugana Trentino) con il tempo 2h20’39”.
La mattinata dei ragazzi del CAS è continuata con il consueto allenamento in barca della Domenica mattina.

Ma l’impegno dei nostri atleti della Canottieri è continuato anche nel pomeriggio quando, nella splendida cornice dell’ippodromo di San Rossore, accompagnati dall’allenatore Pietro Pezzini per la sezione canottaggio e Riccardo Marrazzato per la sezione Canoa, hanno dato vita ad un incontro con il pubblico delle corse presentando lo sport del Canottaggio e della Canoa. La manifestazione denominata “Pisabbraccialosport” ha lo scopo di far conoscere i cosiddetti sport minori ad un pubblico più vasto; per questo motivo le federazioni di volta in volta affidano a società strutturate sul territorio Pisano il compito di rappresentarle. A questa giornata dedicata a gli sport d’acqua, oltre alla Canottieri Arno in rappresentanza della Federazione Italiana Canottaggio e della Federazione Italiana Canoa e Kayak, era presente anche la società Vigili del Fuoco Billi-Masi sempre per la Federazione Italiana Canottaggio. Oltre a spiegare al pubblico presente i nostri sport, l’incontro è stata l’occasione per far provare le attrezzature ai molti bambini che si avvicinavano inncuriositi.

33 1