Sono quattordici gli atleti della Canottieri Arno che sabato 7 e domenica 8 giugno cercheranno di mettersi in evidenza tra gli oltre mille iscritti al campionato italiano di canottaggio riservato alle categorie juniores, pesi leggeri e assoluti, e provenienti da ogni parte d’Italia; le acque del lago di Varese, che il prossimo luglio ospiteranno anche il campionato del mondo Under 23, saranno protagoniste del massimo evento nazionale per il mondo di canottaggio.

Sono cinque gli equipaggi della Canottieri Arno che saranno alla partenza nel campo di regata in questo intenso weekend di canottaggio, oltre al giovanissimo Emanuele Giarri che sarà impegnato nel singolo junior: il quattro senza femminile junior con Chiara Cianelli – recente vincitrice di un argento europeo con i colori azzurri – Martina Dori, Elisa Bernardini e Gaia Fabozzi; il quattro di coppia junior con i giovanissimi Andrea Grassini, Francesco Gadducci, Stefano Ponziani e Tommaso Del Lucchese; il due senza pesi leggeri con Mirko Fabozzi e Luca Romani; il quattro senza senior “A” con Gaia Nencini, Silvia Terrazzi, Chiara Cianelli e Martina Dori; il due senza senior “A” con Gaia Nencini e Silvia Terrazzi.

I campionati italiani juniores, pesi leggeri e assoluti rientrano tra i due appuntamenti più attesi dell’anno nel panorama nazionale. Particolarmente attesa è la squadra femminile della Canottieri Arno, che negli ultimi anni ha dati i risultati sperati, a partire da Gaia Nencini, già plurimedagliata in varie importanti occasioni, e reclutata tra decine di sue coetanee nella squadra di canottaggio femminile dell’Università di Clemson in South Carolina, grazie ad una borsa di studio vinta per le sue capacità atletiche, che nel quattro senza senior potrà contare anche su Chiara Cianelli.

I giovani atleti della Canottieri Arno partecipano alla competizione non certo senza ambizioni, dopo che al recente meeting nazionale di Piediluco sono arrivate medaglie importanti proprio dalla Cianelli nel quattro senza femminile junior e da Giarri, che ha vinto il singolo ragazzi e che a Varese avrà modo di confrontarsi con atleti della categoria superiore, di uno o due anni più grandi.