Chiara Cianelli, Marta Sorrentino, Martina Dori e Gaia Fabozzi hanno vinto la medaglia di bronzo nel “quattro senza” junior femminile ai recenti campionati italiani di fondo che si sono svolti sul canale dei Navicelli: un risultato di prestigio per la formazione della società di casa, che insieme al Gruppo Sportivo Billi-Masi dei Vigili del fuoco ha organizzato l’edizione 2015 della “Navicelli Rowing Marathon”, in cui la città di Pisa è tornata ad ospitare per un campionato italiano di canottaggio dopo oltre cinquant’anni.

Nella gara a cronometro con partenza delle imbarcazioni ogni trenta secondi sul tracciato di sei chilometri lungo il canale dei Navicelli, la formazione pisana, partita per prima, ha provato a far gara di testa, mentre le avversarie avevano il vantaggio di conoscere i tempi parziali di riferimento. La lotta per le prime tre piazze del podio è stata così serrata che tra la formazione vincitrice della Canottieri Lario e quella della Canottieri Arno, sono corsi, all’arrivo, poco più di quattro secondi: un vero nonnulla se si considera che la gara è stata conclusa in venticinque minuti netti, e che le atlete che non sono salite sul podio ne sono rimaste ben lontane con distacchi oltre i trenta secondi.

Ottime anche le prove dei giovanissimi Daniele Sbrana e Stefano Ponziani nel doppio ragazzi, giunti settimi su un parterre composto da oltre quaranta equipaggi, e di Francesco Gadducci e Emanuele Giarri, al nono posto tra gli juniores. Buoni anche i risultati di Andrea Grassini e Luca Romani, giunti nella prima metà della classifica nel doppio pesi leggeri, così come quelli di Lorenzo Delitala e Niccolò Fulgaro, tra i primi sedici di un parterre composto da quasi quaranta equipaggi. Tutti numeri, questi, che testimoniano l’alto livello della manifestazione. Per la Canottieri Arno, erano al via anche due equipaggi nel doppio cadetti, il primo formato da Francesco Iori e Matteo Piccolomini, e il secondo da Andrea Cempini e Gabriele Guidi, il quattro senza ragazzi con Giovanni Belleggia, Filippo Romano, Arturo Niccolai e Giulio Tessieri e, tra i veterani Under 43, Francesco Bagagli, Alessandro Mancini, Emanuele Rinaldi e Marco Massei, che si sono classificati al quinto posto.