slide

/slide
2 05, 2016

Torneo regionali Fin-HaBaWaBa – Le foto della Canottieri Arno U11

2016-05-02T12:09:20+00:00
Ottimo esordio per i piccoli under 11 della Canottieri Arno Pisa nella prima tappa del torneo Habawaba toscano disputata domenica 10 aprile 2016 a Firenze.
Due vittorie e un pareggio il bottino della giornata, ma al di là dei risultati è stata importante la crescita evidenziata da tutta la squadra, formata in larghissima parte da esordienti!
La squadra di Gabriele Pantano era composta da: Livio Beconcini, Giulio Sodini, Fabrizio Maltomini, Marco Mascioli, Olga Masetti, Giacomo Gentile, Jacopo Antoni, Valerio Pandolfi, Caterina Nuti, Francesca Boffa, Diego Taverni, Mattia Basta, Lorenzo Camela e Federico Mancuso.

 

Torneo regionali Fin-HaBaWaBa – Le foto della Canottieri Arno U11 2016-05-02T12:09:20+00:00
14 04, 2016

Canoa, la Canottieri Arno brilla ai regionali di fondo di Livorno

2016-04-14T09:49:34+00:00

Ottimi risultati per la sezione canoa della Canottieri Arno al Campionato toscano di fondo e CanoaGiovani, organizzato dal Canoa club Livorno e svoltosi nei giorni scorsi sullo Scolmatore in località Stagno: all’evento hanno preso parte oltre 170 atleti iscritti in 34 gare, in rappresentanza di ben 12 società provenienti, alcune delle quali provenienti anche da fuori regione.
La manifestazione ha visto in acqua equipaggi con atleti dagli 8 ai 75 anni di età, di entrambi i sessi, a dimostrazione della straordinaria versatilità di questo sport: per le categorie Ragazzi, Junior, Senior e Master la gara è stata disputata sui 5000 metri ed era valida per il titolo di Campionato toscano di fondo, mentre i giovani atleti Allievi e Cadetti si sono cimentati nei classici 2000 metri del circuito CanoaGiovani.

Nella gara valida come Campionato toscano sono due i titoli conquistati dalla rappresentativa rossocrociata: quello nel K4 maschile Senior da Marco Costa, Lorenzo Napolitano, Gabriele Giannini e Tommaso Renzi, e quello tra i Master nel K1 da Francesco Bernieri. Due sono anche gli argenti, arrivati nella categoria Senior grazie alle prestazioni di Niccolò Ricardi e Pietro Lupo nel K2 maschile, di Marco Ventura nel K1 maschile e di Eleonora Pecunioso nel K1 femminile; in quest’ultima gara a podio anche Elenora Ghetti con un terzo posto. Buone le prestazioni degli altri atleti, che si sono fermati ai piedi del podio: quarto posto, infatti, per il K2 maschile sia tra i Junior con Michele Campani e Andrea Novi, sia tra i Senior con Giacomo Marazzato e Daniele D’Emilio.
Nella prova sui 2000 metri del circuito CanoaGiovani si è distinto con un ottimo terzo posto, tra gli Allievi B K1 4,20, Enrico Donatelli, mentre Matthew Maglia ha comunque ben figurato concludendo ottavo in una categoria che vedeva al via ben quindici giovani atleti; buon quinto posto, infine, per Tommaso Guglielmenti, un piazzamento che lo ha collocato nella prima metà della classifica del K1 Cadetti B.

Soddisfazione è stata espressa dai dirigenti della Canottieri Arno per gli ottimi risultati del settore canoa/kayak, che ha molte potenzialità e può ancora ampliarsi visto l’interesse che questo sport suscita in ragazzi e adulti: per tale ragione la stessa sezione della storica società pisana organizza corsi, sempre aperti, che si svolgono durante tutti i mesi dell’anno e che con la primavera e l’estate possono rappresentare un’occasione in più per fare sana attività sportiva all’aria aperta.

Canoa, la Canottieri Arno brilla ai regionali di fondo di Livorno 2016-04-14T09:49:34+00:00
7 04, 2016

Emanuele Giarri doppio oro al XXX Memorial Paolo d’Aloja, la “prima” internazionale della stagione

2016-04-07T11:39:01+00:00

Nel weekend appena trascorso il campo di regata di Piediluco (Terni) ha ospitato la trentesima edizione del Memorial d’Aloja, evento internazionale che ha visto confrontarsi oltre 250 atleti in rappresentanza di 26 nazioni: per la sua importanza la manifestazione, che vedeva in gara canottieri di ogni età e durante la quale è stato possibile iniziare a comprendere la consistenza della nazionale italiana in vista delle qualificazioni olimpiche di Lucerna e dei Giochi olimpici di Rio de Janeiro, è stata anche trasmessa in diretta sui canali RAI Sport 1 e RAI Sport 2.

Tra i più giovani in gara, l’atleta rossocrociato Emanuele Giarri ha compiuto un’autentica impresa riuscendo a conquistare nel “doppio” Junior due medaglie d’oro nelle due finali a cui si era guadagnato l’accesso, sia nella giornata di sabato, sia in quella di domenica.
In coppia con Marcello Caldonazzo della Canottieri Baldesio, con cui l’estate scorsa aveva vinto, vestendo la maglia azzurra, un doppio oro alla trentunesima edizione della Coupe de la Jeunesse in Ungheria, Giarri è riuscito nell’impresa di superare nelle due finali anche gli atleti scelti in questa occasione dai tecnici della nazionale per rappresentare i colori dell’Italia: una bella prova di forza per la coppia Giarri e Caldonazzo, motivata dalla voglia di riscattarsi e di mostrare il proprio valore. Nette le vittorie dei due giovani atleti, che sono riusciti a distaccare i secondi classificati di oltre tre secondi nella finale di sabato e di oltre sei in quella di domenica, con gare sempre controllate, delle quali è risultata decisiva la seconda metà.

Per Giarri e gli altri atleti della Canottieri Arno la stagione agonistica entra ora nel vivo. Se proseguiranno a pieno ritmo allenamenti e appuntamenti nazionali, il calendario remiero internazionale che sta per partire presenta infatti appuntamenti che meritano grande attenzione anche per le categorie inferiori a quella Senior e Pesi Leggeri come gli Europei Junior a Trakai (Lituania) il 9 e 10 luglio, la Coupe de la Jeunesse a Poznan (Polonia) il 30 e 31 luglio, i Mondiali Junior, Under 23 e Senior/Pesi Leggeri per le specialità non olimpiche a Rotterdam (Olanda) dal 21 al 28 agosto, i Mondiali Universitari ancora a Poznan dal 2 al 4 settembre: regate di grande importanza, nelle quali già negli anni scorsi gli atleti rossocrociati sono riusciti a rendersi protagonisti, e in vista delle quali già adesso Giarri e Caldonazzo hanno voluto dire la loro.

Emanuele Giarri doppio oro al XXX Memorial Paolo d’Aloja, la “prima” internazionale della stagione 2016-04-07T11:39:01+00:00
3 02, 2016

Canottieri Arno in evidenza al 10° Trofeo di nuoto G.S. Aragno

2016-10-13T09:53:24+00:00

Domenica 24 gennaio 2016 una rappresentativa del nuoto agonistico Canottieri Arno ha partecipato alle gare sprint del 10° Trofeo Nazionale di Nuoto G.S. Aragno, organizzato dalla società G.S. Aragno, con il patrocinio del Comune di Genova.

Nella manifestazione, che si è svolta presso l’impianto sportivo Acquacenter – I Delfini ubicato nella fascia di rispetto di Genova Prà, sono arrivati ottimi risultati dai giovani nuotatori.
Adele Benedetti si è classificata al primo posto nei 50 stile libero ragazze: il suo 27″70 è record sociale della Canottieri Arno, a pochi centesimi dal tempo limite richiesto per la partecipazione ai campionati italiani. Ottimo anche il riscontro cronometrico nei 50 farfalla (29″75), nei quali è giunta seconda e ha stabilito anche in questo caso il record sociale.
Il podio dei 50 stile libero si è tinto dei colori rossi e bianchi della Canottieri Arno grazie al terzo posto di Anita Ghelardoni (28″09), medaglia di bronzo anche nei 50 dorso col tempo di 32″77.
Da segnalare anche la prestazione di Luca Maggini, che è riuscito ad accedere alla finale dei 50 rana ragazzi grazie al suo tempo di 34″64.

La selezione della Canottieri Arno comprendeva gli atleti: Francesca Baroni, Adele Benedetti, Giacomo Del Corso, Claudia Fuschi, Anita Ghelardoni, Filippo Lupetti, Luca Maggini, Lorenzo Marianelli e Agnese Scarpellini.
Canottieri Arno in evidenza al 10° Trofeo di nuoto G.S. Aragno 2016-10-13T09:53:24+00:00
28 01, 2016

Il Trofeo di nuoto “Torre Pendente” fa il boom di iscritti anche per la sua 35.ma edizione

2016-01-28T11:53:00+00:00

Sono ben 21 le squadre che parteciperanno alla trentacinquesima edizione del tradizionale trofeo di nuoto “Torre Pendente”, organizzato dalla Canottieri Arno sotto l’egida del Comitato regionale toscano della Federazione italiana nuoto e divenuto ormai un appuntamento irrinunciabile nel calendario agonistico toscano e non solo, tant’è che anche quest’anno le iscrizioni sono state chiuse con largo anticipo rispetto alla scadenza prevista e a Pisa arriveranno atleti, oltre che dalla nostra regione, anche dalla Sicilia, dalla Sardegna, dalla Lombardia e dal Piemonte.
Sabato 30 e domenica 31 gennaio, presso la piscina comunale di Barbaricina, si daranno
dunque appuntamento circa 600 giovani nuotatori per partecipare a questa manifestazione, che nel corso degli anni ha sempre riscosso un grande interesse da parte delle società di nuoto e che ha visto la partecipazione di campioni nazionali, atleti olimpici e medagliati nel corso di eventi europei e internazionali.

Il Trofeo Torre Pendente” si articola anche quest’anno in tre turni: il sabato pomeriggio le competizioni saranno riservate agli esordienti B (maschi di età tra i 10 e gli 11 anni e femmine di età tra i 9 e i 10 anni), con inizio alle 15.15 ed un ricco programma con i 100 metri misti, 50 farfalla, 100 dorso, 50 rana, 100 stile libero, 50 dorso, 100 rana, 50 stile e le staffette 4×50 metri stile libero e mista.
La domenica sarà invece dedicata alle distanze degli esordienti A e della categoria, con un numero di gare ancora più ampio che prevede al mattino, a partire dalle 8.45, i 100 rana, 50 dorso, 100 farfalla, 50 stile libero, 200 misti e 200 dorso, e nel pomeriggio, dalle 15.00 in poi, i 50 farfalla, 100 dorso, 50 rana, 100 misti, 200 farfalla, 100 stile libero, 200 rana, 200 stile libero e la mistaffetta 4×50 metri stile libero, composta cioè da due maschi e due femmine.

Le società ai blocchi di partenza della vasca pisana saranno, da fuori regione, Cus Palermo, Nuoto Lucania, Centro Nuoto Roero di Cuneo, Blu Sport Orbassano Torino, Canottieri Piacenza, Rari Nantes Cagliari, Nuoto in forma Cagliari e TC Selargius, mentre dalla Toscana saranno presenti, oltre alla società di casa Canottieri Arno: Dimensione Nuoto Pontedera, Nuoto UISP 2003 di Cascina, Esseci Nuoto di Calenzano, Nuoto Club Apuania di Carrara, Futura Nuoto Prato, Tirrenica Nuoto di Viareggio, Associazione Nuoto Viareggio, Associazione Nuoto Lucca Capannori, Team Acqua Sport di Cecina, Circolo Nuoto Lucca, Cogis Pistoia, Centro Nuoto Massese. Come d’abitudine, il servizio di cronometraggio sarà svolto dalla Federazione italiana cronometristi e sarà completamente automatico con piastre.

Il Trofeo di nuoto “Torre Pendente” fa il boom di iscritti anche per la sua 35.ma edizione 2016-01-28T11:53:00+00:00
26 01, 2016

Sui Navicelli la Canottieri Arno conquista titolo italiano di gran fondo e argento

2016-01-26T11:57:28+00:00

Comincia nel migliore dei modi il 2016 della sezione canottaggio della Canottieri Arno: nel campionato italiano di gran fondo sul canale dei Navicelli il gruppo agonistico allenato da Nicola Iannucci, coadiuvato da Federico Micaelli, è riuscito infatti a conquistare il primo titolo italiano della stagione nel doppio junior con Emanuele Giarri e Andrea Grassini, che in una delle gare più partecipate e impegnative hanno fermato il cronometro a 23’01’” e sono riusciti a mettersi alle spalle ben 36 equipaggi. I due atleti della società pisana, che già si erano messi in evidenza nella passata stagione, hanno avuto la meglio sui diretti avversari della Canottieri Elpis Genova e sull’equipaggio del Circolo Ospedalieri Treviso, arrivati ad una manciata di secondi: una prova dai ritmi molto elevati affrontata dai due pisani con grande determinazione nel “traffico” del Canale dei Navicelli. Nella stessa gara anche Francesco Gadducci e Daniele Sbrana.
Un grande successo per la Canottieri Arno, che porta a casa anche l’ambito trofeo dedicato a Mauro Baccelli, il compianto campione scomparso prematuramente che aveva mosso i primi “passi” in barca proprio alla Arno insieme a Iannucci, ora tecnico societario: il ricordo è stato consegnato con emozione da Maurizio Baccelli papà di Mauro.
Bella prestazione nel quattro senza senior femminile: la nuova formazione con Arianna Mazzoni, Chiara Cianelli, Silvia Terrazzi e Gaia Fabozzi ha conquistato la medaglia d’argento con soli 6 secondi di scarto sulle vincitrici della Canottieri Saturnia, che nella gara a cronometro sono partite prime, con un vantaggio di 30 secondi e la possibilità di controllare l’equipaggio pisano.
In gara anche il quattro senza ragazzi di Lorenzo Delitala, Ferdinando Martirani, Matteo Piccolomini e Gabriele Guidi, quindicesimi nella loro gara.
Per la società rossocrociata una bella partecipazione anche della squadra “allievi”e “cadetti” guidata da Yuri Dalla Valle coadiuvato da Simona Grammatico. L’occasione della regata “in casa” ha visto il debutto di molti di questi atleti in giovane età che comunque si sono ben comportati cimentandosi nei lunghi e faticosi 6000 metri: nel doppio maschile allievi C con l’equipaggio di Leonardo Repetto e Filippo Rocchi e quello formato da Lorenzo Vanni e Alessio Sereni, nel doppio cadetti con gli equipaggi composti da Davide Cini e Matteo Giordani, da Alessandro Giannotti e Leonardo Palla e da Alessio Simoni e Matteo Gori, ed infine nel doppio cadette con Anna Coppo e Clara Massaria.
Per la Canottieri Arno, coinvolta con il Gruppo sportivo dei Vigili del fuoco nell’organizzazione della Navicelli Rowing, l’anno non poteva iniziare nella maniera migliore: alla soddisfazione per il successo della manifestazione, per la quale già molto è stato detto dalle istituzioni e scritto dalla stampa, grazie anche al record di iscritti (oltre mille) di questa edizione, si è adesso aggiunta anche la grande gioia per le prestazioni dei propri atleti.

Sui Navicelli la Canottieri Arno conquista titolo italiano di gran fondo e argento 2016-01-26T11:57:28+00:00
19 01, 2016

Presentata la regata Navicelli Rowing 2016

2016-10-13T09:53:24+00:00

Presso la sede della Spa Navicelli e alla presenza di un folto pubblico, è stata ufficialmente presentata la regata Navicelli Rowing 2016, Campionato italiano in doppio e quattro senza per le categorie ragazzi, junior, senior e esordienti, Tricolore Master e gara Nazionale Cadetti.

Sarà la sesta edizione della manifestazione sulle acque del Canale dei Navicelli che collega il porto di Livorno all’area portuale pisana, una sesta edizione dalle grandi aspettative, vuoi perché è la prima gara ufficiale dell’anno olimpico, vuoi perché la gara apre le manifestazioni di “Pisa città europea dello sport 2016” e vuoi perchè, come ci dice il Presidente del Comitato organizzatore Antonio Giuntini, “siamo curiosi di verificare i numeri degli iscritti poiché la manifestazione ha avuto un crescendo impressionante negli anni e proprio per questo ad ogni edizione cerchiamo di apportare delle migliorie per rendere più snella e sicura la gara. Per far questo porgiamo molta attenzione ai suggerimenti che ci arrivano dagli stessi atleti e dai numerosi volontari che collaborano per la riuscita dell’evento”.

E allora vediamo quali sono le novità del 2016: “abbiamo ancora una volta implementato le forze in campo cercando di rendere più sicuro possibile il Canale” afferma Alessandro Simoncini che con la sua esperienza sarà il riferimento delle operazioni, “le imbarcazioni di soccorso impegnate saranno 12 e ognuna avrà 2 persone a bordo, in questo caso si tratta di operatori specializzati come gli istruttori delle nostre Società, personale della Federazione Italiana Soccorso in acqua, Vigili del fuoco volontari e quest’anno potremmo avvalerci anche di due imbarcazioni e del personale del 9° Reggimento di assalto Col Moschin dei Paracadutisti. A terra, dislocate sul percorso della pista ciclabile che affianca il canale, due squadre con cani addestrati al soccorso in acqua e un quad attrezzato per soccorsi dotato anche di defibrillatore; a questo si aggiungono ovviamente i mezzi istituzionali con 2 ambulanze e un PMA (Punto medico avanzato)”.

I lavori procedono alacremente e sempre parlando di migliorie quest’anno ci saranno due zone di alaggio imbarcazioni con un ulteriore pontile di 30 metri sistemato dopo l’arrivo, ma la novità sulla quale il Comitato organizzatore punta molto sarà il collegamento video con la partenza e l’arrivo che riverserà le immagini su un grande schermo posizionato nella zona segreteria in modo da far seguire a tutti le varie fasi di gara.

Anche quest’anno l’evento è patrocinato dalle maggiori istituzioni come Regione, Provincia di Pisa, Comune di Pisa, Coni, Ente Parco, Camera di Commercio e con gli anni si rafforza il contributo di molte aziende che collaborano per far sì che la manifestazione cresca; il numero notevole di atleti e tecnici contribuisce in maniera importante al turismo sportivo e la città sarà invasa per almeno due giorni da canottieri provenienti da tutta Italia che usufruiranno di pernottamenti, ristorazioni e trasporti.
Alla presentazione erano presenti, tra gli altri, anche Manola Marinai Coordinatore Regionale Arbitrale della Toscana e Giudice Arbitro Internazionale e il Presidente del Comitato FIC Toscana Edoardo Nicoletti che anno manifestato apprezzamento per il livello organizzativo e la sinergia tra le varie forze in campo.

Presentata la regata Navicelli Rowing 2016 2016-10-13T09:53:24+00:00
4 01, 2016

Nuoto master, la Canottieri Arno chiude l’anno con un record italiano e due ottimi piazzamenti

2016-01-19T12:05:23+00:00

La squadra di nuoto master della Canottieri Arno chiude l’anno in bellezza con due bei piazzamenti negli ormai tradizionali appuntamenti di fine anno, il “Meeting degli Auguri” di Livorno e il “Trofeo Mussi Lombardi Femiano”, che dall’anno scorso si svolge a Lucca, giunti rispettivamente alla sedicesima e alla decima edizione.
A far brillare il nome della storica società pisana è stato in particolare Sauro Taccini, classe 1945, che a Livorno ha siglato il nuovo primato italiano della categoria M70 nella specialità dei 200 dorso col tempo di 3’16”55, abbattendo di oltre un secondo e mezzo il precedente record che resisteva dal maggio 2013, e si è classificato al primo posto nelle quattro gare disputate nei due eventi.
Ottime però le prestazioni di tutto il gruppo allenato da Fabiana Susini, soprattutto in considerazione del fatto che il nuoto master sta riscuotendo sempre più successo in tutta Italia, con circa diecimila tesserati e oltre tremila partecipanti ai campionati italiani: nella graduatoria a squadre del 10° Trofeo Mussi Lombardi Femiano, che si è tenuto a Lucca il 20 dicembre scorso, la Canottieri Arno si è classificata al terzo posto, alle spalle di “colossi” del nuoto toscano e non solo, come la Firenze Nuota Extremo e il DLF Nuoto Livorno, mentre si è dovuta accontentare del quarto posto al 16° Meeting degli Auguri di Livorno, anche in questo caso superata da squadre molto più numerose, ma conquistando comunque dodici medaglie d’oro, dodici d’argento e dodici di bronzo e con il punteggio medio più alto tra le prime cinque società classificate, a dimostrazione di prestazioni complessive davvero soddisfacenti.
Il gruppo master della Canottieri, anche grazie alla notevole varietà in termini di età, con atleti che vanno dai 25 ai 70 anni, riassume perealtro al meglio l’essenza del nuoto master, che col passare degli anni si sta spingendo ben oltre la semplice amatorialità, senza tuttavia rinunciare a valori fondamentali come lo spirito di squadra: a partecipare alle gare di Livorno e Lucca sono stati anche Gerardo Masiello, Margherita Anastasi, Francesco Fabbri, Federica Della Tommasa, Francesco Cerù, Raffaele Zortea, Roberto Cicchini, Giacomo Chiofalo, Giovanni Cecchi, Andrea Cini, Salvatore Sciammetta, Sauro Caselli, Chiara Caccamo, Vittoria Parisi, Roberto Celeste, Torquato Garulli, Oliviero Lazzerini, Marco Diani, Paola Giusti, Alessio Filidei, Luca Cipriano, Tommaso Del Corso, Benedetto Luciano, Luigi Lombardo, Andrea Del Torto, Alessio Fasano, Dario Bellini, Raffaele Tripiccione, Michela Degli Innocenti, Giacomo Licciardello e Giuseppe Rotunno.

Nuoto master, la Canottieri Arno chiude l’anno con un record italiano e due ottimi piazzamenti 2016-01-19T12:05:23+00:00
12 12, 2015

All’11° Trofeo Città di Massarosa la Canottieri Arno si aggiudica il secondo posto

2016-10-13T09:53:24+00:00

La piscina Comunale di Massarosa, vasca da 25 metri a 6 corsie, ha ospitato la undicesima edizione del Trofeo di nuoto master “Città di Massarosa”, riservato agli atleti di età superiore ai 25 anni e organizzato dalla società Massarosa Nuoto, con la partecipazione di quasi 300 atleti in rappresentanza di 32 squadre. Per la Canottieri Arno, all’esordio stagionale con la quasi totalità dei propri atleti schierati ai blocchi di partenza, è stato un vero e proprio record di medaglie e di prestazioni, che hanno permesso al team pisano, capitanato dall’allenatrice Fabiana Susini, di conquistare il secondo posto assoluto nella classifica a squadre con 34.886,59 punti.

Sono state ben quattro le doppiette degli atleti rossocrociati, grazie a Sauro Taccini nei 50 dorso e nei 100 misti categoria M70, Giovanni Cecchi nei 50 dorso e nei 100 misti M60, Chiara Caccamo nei 50 rana e nei 100 misti M30 e Andrea Del Torto nei 50 dorso e nei 100 misti M30, gara grazie alla quale ha preceduto di pochi punti proprio Taccini come migliore prestazione maschile, in termini di punteggio, della squadra pisana. Da segnalare anche l’ottima prova di Michela Degl’Innocenti, prima nei 50 farfalla M35 e seconda nei 100 misti col punteggio di 904,82, miglior tabellare dell’intera delegazione della Canottieri Arno.

Nei 50 farfalla primo posto tra gli M55 per Giacomo Chiofalo, vincitore anche di un bronzo nei 100 misti, e tra gli M60 per Raffaele Tripiccione, poi secondo nei 50 dorso, gara in cui Giuseppe Rotunno ha trionfato tra gli M50. Doppia medaglia anche per Salvatore Sciammetta, oro nei 50 farfalla e argento nei 100 misti M40, Vittoria Parisi, prima nei 100 misti e seconda nei 50 dorso M45, Sauro Caselli, secondo tra gli M70 sia nei 50 dorso sia nei 100 stile libero, Roberto Cicchini, argento e bronzo rispettivamente nei 50 stile libero e nei 100 misti M50, e Giacomo Licciardello con un doppio terzo posto nei 100 misti e nei 100 stile libero M40.

Medaglia d’oro per Oliviero Lazzerini nei 50 rana M45; a podio anche Federica Della Tommasa, seconda nei 100 stile libero M35, Gerardo Masiello, terzo nei 200 misti M45, Alessio Filidei, bronzo nei 100 stile libero M50, Luciano Benedetto Tommaso, terzo nei 50 farfalla M35, Roberto Celeste, medaglia di bronzo nei 50 farfalla M50 e Alessio Fasano, giunto terzo nei 100 stile libero M25. Hanno contribuito in modo fondamentale al punteggio della classifica a squadre anche Dario Bellini, Torquato Garulli, Andrea Cini, Luca Cipriano, Luigi Lombardo e Tommaso del Corso.

All’11° Trofeo Città di Massarosa la Canottieri Arno si aggiudica il secondo posto 2016-10-13T09:53:24+00:00
9 11, 2015

Fervono i preparativi per l’edizione 2016 della Navicelli Rowing Marathon

2016-10-13T09:53:24+00:00

Il nome della manifestazione è ormai noto in tutta Italia: è la Navicelli Rowing Marathon. La competizione che si disputerà sul Canale dei Navicelli il 24 gennaio 2016 sarà tra l’altro la prima gara di canottaggio della stagione olimpica; quello pisano è un evento che ormai riveste un ruolo importante nel panorama remiero nazionale e dal quale, tra l’altro, si potranno già intuire i primi passi della Federazione per la composizione della squadra azzurra che rappresenterà il nostro paese in Brasile nell’estate prossima.

La data è già abbastanza vicina per la pianificazione di un evento così importante, tant’è che il Comitato organizzatore è già al lavoro per far sì che tutto funzioni al meglio, come spiega il Presidente del Comitato organizzatore locale Antonio Giuntini: “È una gara che fin dalla prima edizione ha incontrato grande interesse, ma dai 571 iscritti del 2011 siamo passati rapidamente ai 943 iscritti provenienti da tutta Italia dell’edizione 2015: numeri davvero importanti per il canottaggio e per il turismo sportivo in città in un periodo, come quello di gennaio, un po’ sotto tono. Il successo che ha sempre avuto questo evento poggia su alcuni valori fondamentali che sono scaturiti da un’intuizione: il primo è la sinergia tra la Canottieri Arno, Il Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco e Spa Navicelli, che ogni anno mette a disposizione i grandi spazi necessari per l’organizzazione. Il secondo è ovviamente la logistica dell’area, molto vicina all’autostrada, alla stazione ferroviaria e all’aeroporto, e la terza è inconfutabilmente il prezioso aiuto fornito dai volontari che ormai collaborano con noi e senza i quali sarebbe davvero difficile gestire una gara con numeri così sostanziosi. Ogni anno cerchiamo, anche grazie al supporto degli sponsor, il cui contributo è davvero importante per l’evento, di introdurre miglioramenti e novità, che non mancheranno neppure nell’edizione 2016.”

La Navicelli Rowing Marathon è una gara di canottaggio a cronometro sulla lunga distanza, che si sviluppa nella Darsena pisana, dove le società e gli atleti trovano lo spazio necessario per approntare le barche, hanno la possibilità di ristoro e dov’è posto il traguardo; la partenza è invece posta all’altezza del Camp Darby, a San Piero a Grado e gli equipaggi, uno alla volta, percorrono i 6000 metri che li separano dall’arrivo impiegando circa 20 minuti ciascuno. La Federazione Italiana canottaggio, a conferma delle capacità di gestione dell’evento da parte degli organizzatori, e del prestigio assunto nelle precedenti edizioni, assegna in questa gara i titoli di Campione d’Italia in due classiche specialità, quella del doppio e quella del quattro senza.

Molto curata è anche la parte che riguarda la preparazione del campo di gara e i soccorsi. Questa sezione è organizzata direttamente da Alessandro Simoncini, vero e proprio deus ex machina del Gruppo sportivo “Vigili del Fuoco” di Pisa, che illustra così il lavoro dietro le quinte: “La predisposizione del campo gara risulta abbastanza semplice, perché il Canale dei Navicelli fornisce pochi margini di errore ai concorrenti; più complesso è invece tutto ciò che concerne la sicurezza, ma anche in questo caso l’organizzazione si avvale di personale specializzato e di mezzi idonei. I volontari del nostro Gruppo sportivo, con la Misericordia di Lari e i soci della Federazione italiana soccorso in acqua (FISA), hanno ormai creato un piccolo team e grazie all’occupazione di posizioni strategiche lungo il percorso garantiscono celeri eventuali soccorsi sia dall’acqua, sia da terra.”

Una bella ventata di sport anche per l’area della Darsena pisana, che per un paio di giorni si anima di migliaia di persone: “Ospitiamo la gara con grande entusiasmo fin dalla sua prima edizione del 2011” dichiara Giandomenico Caridi, amministratore unico della Spa Navicelli che gestisce l’area ed il Canale. “È stata una bella sfida anche per noi quella di trasformare, anche solo per qualche giorno, l’area normalmente adibita a cantieristica di livello, a campo di gara nazionale di canottaggio. Gli spazi ed il canale si sono rivelati ottimi per questa attività, tant’è che spesso in questi anni ci è capitato di ospitare equipaggi stranieri di caratura olimpica per test e prove tecniche che il canale rende estremamente affidabili; la manifestazione è poi anche uno stimolo per apportare migliorie all’area e, insieme al Comitato organizzatore, stiamo tra l’altro lavorando per omologare il Campo di gara anche per le attività paraolimpiche. Ciò ci darebbe una ulteriore soddisfazione e non nego che il nostro sogno e il nostro obiettivo sarebbe quello di avere già dall’edizione 2016 una rappresentativa anche di questa specialità.”

Anche se squadre e atleti saranno in città già un paio di giorni prima, per prendere familiarità col campo di gara, l’appuntamento è, dunque, al 24 gennaio 2016, col primo evento del calendario di un anno davvero ricco in occasione di “Pisa città dello sport”.
Gli aggiornamenti sulla manifestazione potranno essere seguiti sui media locali e sul sito web www.navicellirowing.it.

Fervono i preparativi per l’edizione 2016 della Navicelli Rowing Marathon 2016-10-13T09:53:24+00:00
Load More Posts